top of page

Capriccio architettonico di fantasia rappresentante Venezia, olio su tela, Francesco Zanin (Nove, 22/06/1824 - Venezia, 25/12/1884). Entro cornice tagliata e dorata.

 

 

Francesco Zanin, figlio di Martino il fornasier (fornaio), venne battezzato nella chiesa dei santi Pietro e Paolo di Nove. Frequentò i corsi di Architettura, prospettiva e paesaggio presso l'Accademia di belle arti di Venezia nel biennio 1849- 1850 tenuti da Federico Moja, Francesco Bagnara, e Francesco Lazzari, ottenendo ottimi voti, esponendo i suoi lavori già dopo il primo anno nell'annuale mostra dell'accademia con il lavoro intitolato Chiostro del monastero.

L'artista continuò ogni anno a esporre i quadri alla nostra dell'accademia fino al 1860. Successivamente iniziò a copiare i quadri del Giovanni Antonio Canal, detto il Canaletto. Nel 1866 presentò due dei suoi lavori che rappresentavano la Basilica di San Marco alla Società promotrice di belle arti di Genova e a quella di Torino.

 

MISURE:

0.60m X 0.45m

 

Contattare per il prezzo

Capriccio architettonico di fantasia, Venezia, Francesco Zanin (1824-1884)

€ 0,00Prezzo
    bottom of page